Tie-break amaro

15
maggio
2018

Scritto da Danilo Minarini

Categorie: News / Serie C

Autocommerciale Skoda Service Virtus – Serfrigo Ravenna 9 a 11 (10°)
Ci mancava ed adesso possiamo dire di aver provato anche questa emozione. Mi riferisco al Tie-break, ma ci è andata male. Troppe le assenze, troppi gli infortuni, dopo soli tre inning Cesari ha dovuto sostituire Folli, appena rientrato in squadra, per un problema alla spalla, Guidi partente e zoppicante, assenti Piccolo, Ponseca, Minarini e Napoli, ovvero mezza squadra, il monte che fa il suo dovere e la difesa che commette errori da principianti, un arbitraggio oltremodo ridicolo, e nonostante tutto ciò siamo stati in partita per tutti e nove inning, capitolando al decimo per un errore di testa in attacco e due difensivi. Con questa sconfitta l’Autocommerciale Skoda Service retrocede al terzo posto, sorpassata proprio dal Ravenna e con i Titani di San Marino sempre primi, ma che non hanno giocato posticipando la gara contro il Godo. Per domenica prossima si dovrebbero recuperare Ponseca, Napoli e Piccolo, ma probabilmente mancherà Folli e si dovranno verificare le condizioni fisiche di Guidi. Pessime notizie visto che si dovrà affrontare la capolista ed una vittoria è assolutamente necessaria per rimanere incollati alle prime posizioni.
L’Autocommerciale Skoda Service inizia con Guidi sul monte, vistosamente claudicante, tre uomini tre strike out, per la verità con chiamate diciamo “bizzarre” da parte del direttore di gara. Al secondo inning il risultato cambia, Ravenna segna due punti con le valide dell’Ex Casadei (4 su 6 e 3 pbc) e Schirripa. La Virtus ne recupera uno battuto a casa da Monopoli. Ma Ravenna è sul pezzo ed insiste e a fine terzo è avanti 4 a 1. Quarto inning, Pignata rileva un eroico Guidi e tiene bene il monte. Bella reazione dei padroni di casa che, reagendo all’infortunio di Folli, mettono la freccia e sorpassano portandosi sul 5 a 4, doppio di Carnevali e profondo triplo di Capelli. Al quinto nuovo vantaggio Ravenna. Lo score continua la sua altalena ed ora sono gli ospiti ad essere in vantaggio 6 a 5. Il sesto inning passa senza emozioni, a chiusura inning Monopoli sale sul monte per un discreto Pignata. Ancora un punto Ravenna al settimo, ma la Virtus trova la forza di metterne a segno due, con due doppi a seguire di Capelli e Pignata ed il singolo a destra di Corradin. Siamo pari, 7 a 7. Ottavo inning a fari spenti, nessun punto e si arriva al nono. Casadei K, Zocca eliminato al volo da Sanna, e succede l’imponderabile, Pignata, spostato in terza, assorbe la rimbalzante di Schirripa, ma l’assistenza in prima è da dimenticare, corridore salvo in seconda. Mazzoli alza una volata al centro e questa volta a bucare la presa è Carnevali, entra il punto del vantaggio romagnolo. Attacco Ozzano: Dopo l’eliminazione al volo in foul di Pignata, il pitcher del ravenna concede due basi ball a Corradin e Sanna, un lancio pazzo ed una scelta difesa li fanno avanzare in posizione punto. Bonacorsi va K guardato. Due out, nel box Monopoli, batte sotto la palla che si alza vertiginosamente all’interno dell’ infield, si fanno sotto in tre e il terza base la tocca ma non la tiene, punto di Corradin. Intenzionale a Carnevali, Poppi F8. Si va agli extra inning. Al tie break la Virtus crolla psicologicamente. Con un eliminato Centorino azzecca il colpo e mette a segno un triplo, due punti a casa, Saccani volata di sacrificio al centro, e i punti da recuperare diventano tre. Ce la possiamo fare. Subito base gratis a Capponcelli, basi piene. Capelli va out in zona di foul. Base a Pignata, punto numero 9 segnato da Carnevali. Un out basi piene. Capponcelli si fa cogliere fuori base, sulla seconda, ed allora la salita diventa impossibile da affrontare. Corradin la spara lunga, ma l’esterno centro del Ravenna la fa sua e gli ospiti portano a casa un’importante vittoria. 11 a 9 il finale. VIRTUS BV 12 E 8, RAVENNA BV 13 E 2.
Box Score: Lorenzo Monopoli (6,1”) 2 su 6, 1 triplo, 1 PBC; Riccardo Carnevali (8) 2 su 5, 1 doppio, 1 PBC; Giacomo Poppi (7,4’) 2 SU 6; Cristian Folli (5) 0 su 2 (Pietro Capponcelli (9’) 2 su 2, 1 PBC); Lorenzo Capelli (3) 2 su 5,1 doppio e 1 triplo, 2 PBC; Simone Pignata (DH,1’,5”) 1 su 4, 1 doppio, 2 PBC; Michael Corradin (2) 1 su 5; Daniele Sanna (9,7’) 0 su 2, 1 SH; Piero Bonacorsi (4,5’,6’) 0 su 3, 1 SF, 1 PBC.
E Domenica arrivano i Titani di San Marino, infermeria piena. Incrociamo le dita. Servirà maggior attenzione, per tutti i nove inning. Domenica 20 maggio, ore 15,30, playball al Tiberio di Ozzano.